LOgo
  • Astino: via libera dell'Assemblea all'Accordo di programma
  •  

     

    ASTINO

    VIA LIBERA DELL'ASSEMBLEA

    ALL'ACCORDO DI PROGRAMMA

     

    Foto Moris Lorenzi

     

     

    L’Assemblea dei sindaci del Parco dei Colli di Bergamo ha approvato l’Accordo di programma sul recupero dell’ex Monastero di Astino, che ospiterà una scuola di alta cucina e hotellerie. Il placet dell’Assemblea è stato unanime, con qualche obiezione del Comune di Ponteranica rispetto alla destinazione scelta per il Castello dell’Allegrezza (di proprietà della Fondazione Mia, una parte sarà dedicata alle attività dell’Orto botanico e del Parco dei Colli di Bergamo). I prossimi passaggi saranno l’approvazione dell’Accordo da parte del Consiglio comunale del Comune di Bergamo e il successivo decreto di Regione Lombardia.

    Il Parco dei Colli ha lavorato al tavolo dell’Accordo insieme a Fondazione Mia (Misericordia maggiore), Comune di Bergamo, Provincia di Bergamo e Regione Lombardia: “Il Parco è stato parte attiva di questo Accordo di programma – commenta Oscar Locatelli, presidente del Parco dei Colli di Bergamo -. Non si è limitato ad esaminare eventuali proposte avanzate dalle parti coinvolte, ma ha accettato di far parte del tavolo di lavoro. E’ stato raggiunto un punto di equilibrio tra tutela ambientale e utilizzo di quell’area, un risultato molto soddisfacente. Ora ci sono i presupposti per completare il programma previsto per l’ex Monastero di Astino. Anche i cittadini potranno usufruire di questo angolo della città cos’ importante e ricco di storia e cultura”. Locatelli invita a fare un salto nel passato: “Non dimentichiamo – chiosa il presidente del Parco dei Colli di Bergamo -, che prima dell’intervento di restauro realizzato dalla Fondazione Mia, c’era un monastero in rovina e una cascina distrutta. Anche dal punto di vista delle attività agricole, è migliorata la biodiversità”.

    La procedura sull’Accordo di programma è iniziata nel 2007 – commenta Angelo Colleoni, vicepresidente del Parco dei Colli di Bergamo -. Questa amministrazione ha dato una spinta per raggiungere un risultato, decisiva è stata la proposta si partecipare al tavolo di lavoro a Regione Lombardia, accolta favorevolmente. In due anni dal nostro insediamento abbiamo chiuso l’Accordo di programma in comunione con tutti gli enti, non è cosa da poco. E’ un lungo lavoro che giunge al termine e di cui siamo soddisfatti”.

  • 9 giugno 2017